logo gherush92

Gherush92


.En .>It .Login .Testo .Ingrandisci .Contrasto .Normale .Stampa .Mappa .Cerca

Italiano

Articoli

QUESTA SINISTRA RICONVERTITA AL CRISTIANESIMO (2019-10-16)
EVANGELIZZAZIONE VERDE, UN NEMICO (2019-10-06)
ATTENZIONE, LA CALUNNIA E' UN VENTICELLO (2019-09-27)
NE' DESTRA NE' SINISTRA, SIAMO QUALUNQUE (2019-09-23)
GHERUSH92 AVEVA RAGIONE, IL FUTURO E' SENZA CARNE (2019-06-20)
PER UN VANGELO SENZA SCRIBI E FARISEI (2019-05-21)
RIPOPOLIAMO L’ITALIA CON QUALSIASI NAZIONE - I PARTE (2019-02-04)
NON RICONSEGNARE UN PROFUGO AL SUO PERSECUTORE (2019-01-27)
CAPITALISMO FAMELICO E PREDONE (2018-10-30)
ANIMALISTI PER CASO (2018-10-07)
SOLIDARIETA' E CORDOGLIO ALLE VITTIME DEL MEDITERRANEO (2018-07-02)
QUANDO ANTISEMITISMO E RAZZISMO MARCIANO INSIEME (2018-06-29)
DEMOLIZIONI ETNICHE ABUSIVE (2018-06-21)
MIGRANTI: ATTENZIONE RAZZISMO! (2018-06-14)
I ROM NON SI TOCCANO ! (2018-05-29)
SOLIDARIETA’ AL POPOLO MAPUCHE (2018-01-15)
PALLINE COLORATE E CROCIFISSO PER DISTRUGGERE ALBERI E DIVERSITA’ (2017-12-24)
GRANDE VITTORIA DI GHERUSH92! (2017-11-27)
SOCIALISTI, EBREI, RIVOLUZIONARI: LA STORIA DEL BUND (2017-08-31)
IL BUND E IL DIRITTO ALLA DIFFERENZA (2017-08-30)
DOIKEYT NOI STIAMO QUI! di Massimo Pieri (2017-07-30)
STOP ALLA CELEBRAZIONE DEL THANKSGIVING ! (2016-11-24)
CHIUDIAMO GLIALLEVAMENTI INTENSIVI (2016-09-26)
EBREI E ANIMALI (2016-08-31)
VENEZIA E TESHUVA' (2016-08-31)
EBREI TEATRANTI DEL GHETTO (2016-08-16)
E’ NEGAZIONISMO DI STATO LA DEPORTAZIONE DEL MEMORIALE ITALIANO DA AUSCHWITZ (2016-06-17)
ANNIVERSARIO DELLA VITTORIA NELLA GRANDE GUERRA PATRIOTTICA (2016-05-05)
IL 9 MAGGIO GIORNATA DELLA VITTORIA RICORDIAMO L’ARMATA ROSSA (2016-05-04)
IN MEMORIA DI GIORDANO BRUNO (2016-02-17)

QUESTA SINISTRA RICONVERTITA AL CRISTIANESIMO

Scalfari, Cacciari, Bertinotti, D'Alema, Vattimo e, via via ...

Data: 2019-10-16
Autore: Gherush92 Committee for Human Rights

Il soggiogamento della Sinistra a Bergoglio lascia esterrefatti ed evidenzia lo stato di degrado e di obnubilazione dei tempi. Proprio mentre il Sinodo sull’Amazzonia si adopera alacremente per trovare nuove vie per l’evangelizzazione dei popoli indigeni, e mentre si chiamano i farisei sepolcri imbiancati accusandoli di ipocrisia, l’inno al Papa rivoluzionario continua a risuonare da più parti.

Autorevoli personalità della Sinistra, intellettuali, politici, filosofi, giornalisti guardano a Bergoglio che indica la strada: è Francesco la personalità, religiosamente ispirata, che lavora per il grande cambiamento, il rivoluzionario che resiste all’aria del tempo. Si celebra a più voci l’anticapitalismo del Vescovo di Roma; si esalta il Pontefice per l’accoglienza ai poveri, agli esclusi, ai migranti; si onora la sua visione ecologica e ambientalista in continuità con quella evangelica. E’ il Papa, insomma, che traccia la via per un nuovo umanesimo, per una nuova identità, contro la globalizzazione.

Attenzione! I generici richiami temporali di Bergoglio in senso anticapitalista, egualitario, ecologista che affascinano la Sinistra - invocazioni e appelli contro povertà e miseria, iniquità sociale, globalizzazione, razzismo, inquinamento e distruzione ambientale - privi di rigorose analisi storico-politica, sociale, economica, che includano l’opera distruttiva omologante della Chiesa nel mondo, sembrerebbero essere mera demagogia. Diversamente, l’inequivocabile difesa dell’identità cristiana da parte di Papa Francesco, la base di ogni sua azione e cambiamento spirituale e mondano, non è né demagogica né nuova. E’ l’identità universale di Paolo di Tarso, il primo e più grande missionario, al quale il Papa ha dedicato, guarda caso, il discorso all’apertura del Sinodo. E’ l’identità cristiana universale che si fa locale in ogni popolo - nella visione laica semplificata rappresentata dall’individuo che si fa altro - che deruba, sradica e saccheggia tutto ciò che è diverso e tradizionale, lo ingloba, lo manipola, lo uniforma, lo converte e, inevitabilmente, lo distrugge. E’ l’identità cristiana che oggi affascina, risucchia e converte anche questa Sinistra in crisi che tradisce e cestina rapidamente le sue radici.

L’identità di un popolo o di una parte politica, quale che sia (e qui ci interessa la Sinistra), può essere trasformata e rinnovata, se necessario, solo dal suo interno, secondo leggi e categorie proprie, se non al prezzo della sua distruzione. Nonostante questa semplice verità, è sempre più frequente incontrare chi impiega categorie estranee ad una tradizione (culturale, politica, filosofica,) per giudicarla. Si giudicano i popoli e il loro cattivi costumi (in Amazzonia), gli ebrei e i farisei in contrasto ai cristiani (nelle omelie), il comunismo in relazione al nazismo (nelle risoluzioni europee), la sinistra in ossequio al Cristianesimo e alla Chiesa. Anche questa è opera missionaria. Il risultato è un miscuglio esplosivo impregnato di razzismo a servizio della propaganda.

E così, dopo secoli di evangelizzazione e inculturazione, di territori, brevetti e royalty sottratti, i popoli dell’Amazzonia con la loro biodiversità vengono definitivamente derubati e, infine, annientati. Nel silenzio e con la connivenza di questa vecchia Sinistra, dimentica delle sua fondamenta, sradicata e irriconoscibile, che continua ad essere ammaliata da chi mira a riconvertirla.

COMPAGNI, NON RENDETEVI COMPLICI DI DISTRUZIONE DELLA DIVERSITA'.

 <<Precedente     Commenti     Archivio     Top   
Home 
G92db 
Articoli 
Progetti 
News 
Corsi 
Forum 
Contatti 
Glossario 
Links 
Dona 

Valid HTML 4.01!. WAI AAA  .Valid CSS!